Miolano, 18 agosto 2017 - È iniziata in modo un po’ particolare, sul campo da calcio e senza alcun contatto con tifosi e stampa, la nuova stagione dell’EA7 Milano che ieri ha dato il via alla preparazione in vista della nuova annata sportiva. Circa 90 minuti di lavoro con i preparatori fisici Danesi e Agnello sul terreno verde dei campi del Centro Sportivo Vismara (casa delle giovanili del Milan) per iniziare a smaltire l’estate e riattivarsi. Erano presenti 9 degli attuali 17 biancorossi sotto contratto (Goudelock, Dragic, Micov, Fontecchio, La Torre, Jefferson, M’Baye, Tarczewski, Cusin) ai quali si sono aggiunti il serbo Ratkovica e l’ex Urania Bartoli, mentre Cerella rientrerà tra qualche giorno e i vari Cinciarini, Abass, Pascolo, Bertans e Kalnietis sono impegnati con le rispettive Nazionali in vista degli Europei. Ha fatto un passaggio veloce invece Jordan Theodore, il neo play biancorosso che ha terminato solo un paio di giorni fa l’avventura con la Macedonia nelle pre-qualificazioni mondiali (attende il risultato di domani di Estonia-Kosovo per sapere se si qualificherà). Visite mediche effettuate, un saluto al suo nuovo staff tecnico e poi partenza per una settimana di vacanza prima di riattaccare la spina. Ci vorrà qualche tempo in più invece per Patric Young che non dovrebbe arrivare a Milano prima dell’inizio di settembre.

Coach Simone Pianigiani dirigerà il suo primo allenamento di basket solo nei prossimi giorni, in tempi neanche troppo lontani visto che già mercoledì 23 agosto ci sarà il primo scrimmage contro Treviglio. «L’Olimpia è uno stimolo eccezionale - ha detto il coach al suo “primo giorno di scuola” in biancorosso - grandissimo, che determina un forte senso di responsabilità, doveroso quando lavori in un club con questa storia e questo presente. Il grande obiettivo è quello di riuscire a portare in campo uno spirito all’altezza di quello di chi ci ha preceduto e di una storia così gloriosa, per costruire un futuro altrettanto importante». Fino al 29agosto la squadra lavorerà a Milano poi si trasferirà per la classica decina di giorni a Bormio dove effettuerà tre amichevoli nell’ambito del Valtellina Circuit contro i tedeschi di Ulm (2 settembre), Tofas Bursa (6 settembre) e Galatasaray Istanbul (8 settembre), prima di tornare a Milano a svolgere le ultime due settimane di preparazione anche se la squadra sarà ancora incompleta visto che gli Europei finiscono il 17 settembre. In ogni caso il 13 ci sarà il match di presentazione della squadra a Desio contro il Khimki Mosca, mentre nel weekend 15-16 i milanesi saranno a Lucca per il trofeo Lovari infine chiuderanno il ciclo di amichevoli a Cremona il 20 settembre.