Milano, 7 dicembre 2017 - La classe senza limiti di Shved fa passare un triste Sant'Ambrogio all'Ax Milano e al suo pubblico. È infatti il capocannoniere e dare la linfa vitale al Khikmi, corsaro al Forum 71-77. Non riuscire a contenere il russo in difesa fa perdere certezze in attacco a Milano che finisce così per dilapidare pian piano quel vantaggio di 12 punti costruito con un primo quarto senza sbavature. Ma non c'è antidoto su Shved: in penetrazione, dall'arco, persino da 9 metri (una tripla irreale che respinge il tentativo di rimonta di Milano a -6, sul 65-71). Milano (3-8) incassa la terza sconfitta consecutiva, il Khimki invece vola nelle zone nobili della classifica (7-4): d'altronde con uno Shved così diventa tutto più facile.