Milano, 5 novembre 2017 -  Il Milan vince in modo convincente e rialza la testa.  Un gol per tempo consente al Milan di espugnare il Mapei Stadium di Reggio Emilia. Grazie ai gol di Romagnoli (40') e Suso (67'), i rossoneri vincono 2-0 in casa del Sassuolo nel posticipo della 12esima giornata. Una vittoria 'pesante' soprattutto per Montella, sulla graticola da settimane che ora può tirare un sospiro di sollievo e vede così allontanarsi le ombre di un possibile avvicendamento in corsa con Gattuso. Con questa vittoria il Milan è ora settimo in classifica a -4 dal sesto posto occupato dalla Sampdoria. Tutto sommato positiva la prova dei rossoneri, solidi in difesa con il rientro di Bonucci e sempre pericolosi in attacco con un Suso in gran spolvero.

Prima dell'intervallo dopo una prima parte avara di emozioni, il vantaggio del Milan. Prima Kessie serve Kalinic che impegna di testa Consigli. Sul conseguente calcio d'angolo, Calhanoglu calcia verso l'area del Sassuolo: una deviazione cambia la traiettoria della palla, Romagnoli salta in anticipo sul portiere Consigli e firma la rete milanista. Protestano quelli del Sassuolo, ma non sembra esserci fallo sul portiere da parte di Romagnoli. Il Sassuolo subisce il contraccolpo e non riesce a reagire. Nella ripresa il Milan vuole mettere subito al sicuro il risultato. Al 2' Suso serve Kessie il quale impegna Consigli. La gara si accende, il Sassuolo dà l'impressione di poter interpretare nel modo migliore la gara, ma non riesce a trovare varchi nella difesa milanista.

Bonucci si prende un giallo al 9' per una trattenuta su Falcinelli scattato sul filo del fuori gioco. Bucchi intanto gioca la carta Matri al posto di Cassata e il Sassuolo passa al 4-4-2. Al 15' è giusta la decisione di Damato che non intravvede gli estremi del rigore nel contatto in area tra Borini e Ragusa. Il raddoppio del Milan arriva forse nel migliore momento dei sassolesi. Borini lancia Suso che evita l'intervento di Peluso e con un sinistro velenoso sorprende Consigli che nulla può su una prodezza del genere. Il Milan riacquista sicurezza e legittima il doppio vantaggio con una graduale predominio a tutto campo. 

MONTELLA: CONTENTO PER RISULTATO - "Stasera siamo partiti con grande impegno - ha detto Montella su Premium Sport - provando a pressare alto anche se non sempre ci siamo riusciti. Poi, dopo un'occasione concessa al Sassuolo, abbiamo perso un po' di sicurezza: in quel frangente non mi è piaciuta la squadra, ma col passare del tempo abbiamo ricominciato a giocare e penso che alla fine la vittoria sia meritata"."Per quanto riguarda la fase difensiva, stasera abbiamo concesso davvero poco e questo mi fa piacere - ha aggiunto - diciamo che sono contento del risultato e, in parte, anche della prestazione. Abbiamo ancora il record di tiri in porta in Serie A e questo è sintomo che qualcosa di buono facciamo". "Anche se dobbiamo ancora migliorare molto per avvicinarci alle squadre che ci precedono - ha proseguito - dal punto di vista del gioco negli scontri diretti con le big non si è vista tanta differenza, ma abbiamo perso quindi significa che sotto alcuni aspetti dobbiamo ancora crescere. E sono convinto che lo faremo e che inseguiremo fino alla fine il nostro obiettivo". 

SUSO: ERA IMPORTANTE VINCERE - "Era molto importante vincere per la situazione che c'era: abbiamo fatto una buona partita, conquistando i tre punti e ora siamo tutti un pò più tranquilli. Sia per Montella che per noi era un momento delicato - ha detto Suso intervistato da Premium Sport -. Ora ci riposiamo e poi cominciamo a preparare il match contro il Napoli. Io mi sento bene, con il tecnico ho un rapporto splendido e mi fa piacere mettermi a disposizione della squadra, al di là dei gol che faccio o non faccio".