Milano, 1 ottobre 2017 - La Roma passa per 0-2 sul campo del Milan, trafitto nella ripresa nel suo momento migliore. Privo di Conti, Montolivo e Antonelli, mister Montella si affida agli ex Romagnoli e Borini, schierando di punta, per la prima volta assieme da titolari, Andrè Silva e Kalinic. Problemi in attacco per Di Francesco che, oltre a Karsdorp ed Emerson, deve rinunciare a Defrel, Schick e Perotti. Florenzi nel tridente, assieme a Dzeko ed El Shaarawy, è una soluzione obbligata.

Al pronti e via, prevale il tatticismo: squadre bloccate, emozioni col contagocce. In casi simili, sono gli episodi che possono far la differenza. E anche gli errori. La difesa rossonera ne commette un paio piuttosto grossolani: al 17'
Donnarumma sbaglia il rinvio e Strootman, costretto alla mezzora a lasciare il posto a Pellegrini per un infortunio rimediato dopo un contrasto aereo con Fazio, tenta con un lob il colpo grosso; al 21' Musacchio mette in movimento Dzeko, che non ne approfitta come dovrebbe. Nelle more, al 20', assist col contagiri di Kolarov per Florenzi, la cui volee non dà grattacapi a Donnarumma. Il Milan si rende pericoloso al 24' con un tiro di poco a lato di Kessiè, però vive di fiammate e meno di organizzazione di gioco, trovando sempre in Fazio un autentico muro della difesa giallorossa. Insomma, da qui alla fine del parziale si registra solo un'uscita di Alisson, un rasoterra di Pellegrini bloccato a terra dall'estremo di casa e, in pieno recupero, un'azione insistita dei padroni di casa conclusa con una sberla alta di Kessiè. Animi agitati in avvio di ripresa. Banti fa bene a non intervenire dopo un contatto nell'area rossonera tra Florenzi e Rodriguez, cosi' come dopo una presunta manata di Bonucci su Dzeko, innervositosi per un mancato fischio precedente. Insomma, sale la tensione ed il Milan fa la faccia aggressiva: al 14' se ne va Borini ma Andrè Silva scivola in ritardo. La prima, grande chance capita però alla Roma: Pellegrini al 16' imbecca centralmente Florenzi, che a tu per tu con Donnarumma non riesce a superare la sagoma del baby portiere. Un minuto dopo i rossoneri
replicano con Bonucci, che si avventa su una palla vagante in area testando i riflessi di Alisson. Il quale, al 23', e' bravissimo nel controllare una girata di Kalinic dopo un corpo a corpo con Manolas.

Il Milan sembra poter prendere il sopravvento ma la Roma la sue carte da giocare. Una è quella di Dzeko: il bomber controlla e conclude di destro da fuori, Romagnoli sporca la traiettoria e il volo di Donnarumma è fatica sprecata. L'immediata reazione del Diavolo, al 30', sta in una gran botta di Andrè Silva alta di pochissimo, però i giallorossi fiutano l'impresa e, al 32', raddoppiano: Donnarumma respinge come puo' su Nainggolan, Florenzi è in agguato e infila il 2-0. Una manciata di secondi dopo l'esterno romano ci riprova, poi iniziano i cambi e, al 35', Calhanoglu rimedia il secondo giallo, lasciando i suoi in dieci. 

MILAN-ROMA 0-2 (0-0)
Milan (3-5-2): Donnarumma 5.5; Musacchio 5, Bonucci 6, Romagnoli 6; Borini 6 (38'st Bonaventura sv), Kessie 5.5, Biglia 5.5, Chalanoglu 5, Rodriguez 6; Andre' Silva 6.5, Kalinic 5.5 (34'st Cutrone sv). Allenatore: Montella 5.5.
Roma (4-3-3): Alisson 6.5; Peres 5.5, Fazio 7, Manolas 6.5 (41'st Juan Jesus sv), Kolarov 6; Strootman sv (30'pt Pellegrini 6.5), De Rossi 6, Nainggolan 6; Florenzi 7, Dzeko 6.5, El Shaarawy 5 (33'st Gerson sv). Allenatore: Di Francesco 6.5.
Arbitro: Banti di Livorno 6.5.
Reti: 27'st Dzeko, 32'st Florenzi.
Note. Spettatori: 45.000. Ammoniti: Chalanoglu, Dzeko, Biglia. Espulso: Chalanoglu per doppia ammonizione. Angoli: 5-5. Recupero: 2' e 3'