Milano, 7 dicembre 2017 - L'arrivo di Gennaro Gattuso non sembra aver dato la scossa all'ambiente rossonero. Dopo il rocambolesco pari in campionato con il Benevento il Milan viene sconfitto per 2-0 in Europa League contro il Rijeka, nella gara valida per la sesta giornata della fase a gironi. I rossoneri erano già matematicamente qualificati ai sedicesimi di finale da primi del girone. Milan subito sotto con la rete di Puljic al 7'. Il raddoppio dei padroni di casa arriva con Kvrzic che palla sulla sinistra, arriva sul fondo e la mette in mezzo: Gavranovic taglia sul primo palo, anticipa Paletta e con un preciso sinistro di prima intenzione infila Storari da distanza ravvicinata. A nulla serve l'assedio finale dei rossoneri. Il match si chiude sul 2-0. 

Una sconfitta che "fa male e fa riflettere. Oggi il responsabile sono io, perché la scelta di mettere questa squadra in campo è stata mia" ha detto mister Gattuso, commentando il ko subito in casa del Rijeka nell'ultima partita del girone di Europa League. "Sicuramente sul possesso è stata buona, ma troppo fragile. Alla prima difficoltà non riusciamo a reagire e sotto questo aspetto dobbiamo migliorare il prima possibile", ha spiegato il tecnico rossonero ai microfoni di Sky Sport. 

Gattuso non si è dichiarato pentito della scelta del turnover: "La rifarei, la scelta era quella di far riuscire a far lavorare quei giocatori che hanno giocato poco e devono mettere minuti nelle gambe. Poi domenica abbiamo una partita importantissima e mercoledì c'è la Coppa Italia. Le scelte le rifarei, sicuramente. Le cose positive? C'è qualcosa di buono, possesso palla, tanti corner, abbiamo provato ad attaccare la profondità, però diamo la sensazione che ogni volta che commettiamo un errore non riusciamo a reagire, non riusciamo a stare sul pezzo per 95 minuti", ha concluso.