Milano, 3 dicembre 2017 - Ivan Perisic con la sua tripletta, ma anche Icardi e Skriniar, fanno volare l'Inter in solitaria al comando alla classifica. Con 39 punti i nerazzurri scavalcano il Napoli, fermo a 38. Gli uomini di Spalletti battono il Chievo per 5-0, un'autentica goleada. E i festeggiamenti, con cori e grida di gioia, iniziano nello spogliatoio dell'Inter che ha regalato ai tifosi (e agli appassionati del bel gioco) una delle prestazioni migliori della stagione. Nonostante le assenze, i tre gol di Perisic, quello di Icardi e Skriniar hanno dato la giusta dimensione della superiorità nerazzurra nei confronti dei veneti già nel primo tempo. La nuova capolista ha approfittato di un altro errore difensivo del Chievo per segnare ancora con Perisic nella ripresa. Ad agevolare la vittoria dell'Inter anche i grossi errori della difesa clivense.

Nella prima parte della gara si è giocato costantemente nell'area del Chievo che si è proposto pericolosamente in avanti solo una volta su un cross di Birsa per la testa di Meggiorini: Handanovic ha parato. Poi due tentativi di Cacciatore e Birsa. Per il resto, tiro al bersaglio dei nerazzurri con tutti gli attaccanti e centrocampisti, anche se il più pericoloso è stato Ranocchia, che ha concluso due o tre volte di testa. Un ottimo rientro, il suo. Anche Santon ha spesso tentato il tiro e da una sua bordata, al 23', è scaturito il primo gol: Sorrentino ha respinto come ha potuto e Perisic lo ha bucato di potenza centralmente.

Un altro retropassaggio suicida di Inglese, al 38', ha permesso a Brozovic di servire Icardi sulla destra: la sciabolata del cannoniere nerazzurro si è insaccata basso vicino al secondo palo. Per Perisic (tripletta) e Icardi hanno parlato i gol, mentre nel Chievo si è messo in luce il cursore Bastien. Da un errore del Chievo, che ha giocato un brutto secondo tempo, è scaturito il tris di Perisic. In alcuni momenti i nerazzurri hanno deliziato la platea con giocate di fino di Borja Valero e Joao Mario. Insomma, un'Inter spettacolare e che fa spettacolo. E ora fa anche paura. Forse persino alla Juventus.

 

 

INTER-CHIEVO 5-0

Inter: Handanovic; D'Ambrosio (31' st Dalbert), Skriniar, Ranocchia, Santon; Joao Mario, Borja Valero; Candreva (38' st Karamoh), Brozovic, Perisic; Icardi (29' st Eder). A disp. Padelli, Berni, Cancelo, Vecino, Nagatomo, Pinamonti. All. Spalletti.
Chievo: Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi (42' st Jaroszynski); Depaoli, Rigoni (18' st Tomovic), Bastien; Birsa; Meggiorini (23' st Garritano), Inglese. A disp. Seculin, Confente, Stepinski, Gaudino, Leris, Cesar, Bani, Pucciarelli, Pellissier. All. Maran.

Reti: pt 23' Perisic, 39' Icardi; 12' e 47' Perisic, 15' Skriniar.

Arbitro: Calvarese di Teramo.
Note: ammonito D'Ambrosio (I).