Milano, 5 gennaio 2018 - La vittoria nerazzurra contro la Fiorentina sfuma a pochi secondi dalla fine del match. Il 18esimo gol in campionato di Mauro Icardi (9' della ripresa) e una serie di parate spettacolari di Samir Handanovic non bastano all'Inter per espugnare il Franchi di Firenze. A far ingoiare l'amore boccone all'Inter è Simeone, a segno al 92'. L'Inter sale a quota 42, la Fiorentina a 28.

I ragazzi di Spalletti, in evidente calo fisico e con Ranocchia costretto a uscire per infortunio nel finale, porta a cinque la serie di partite senza vittorie e rischia ora di vedersi risucchiata dalle due squadre romane nella lotta per un posto in Champions League. I nerazzurri salgono a 42 punti, con la Roma a 39 e due gare in meno. 

"Questa settimana ci sono successe diverse situazioni contrarie, a livello di defezioni. Ranocchia ha giocato tutta la partita con un forte dolore al costato e Nagatomo era influenzato - ha detto a Premium Sport, l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti -. "E comunque stasera la partita è stata giocata complessivamente bene, anche considerate queste problematiche: potevamo vincerla, ma la Fiorentina ha meritato il pareggio"