Milano, 24 novembre 2017 - Pirelli e il Politecnico di Milano hanno rinnovato Joint Lab, la partnership nata nel 2011 per lo sviluppo di soluzioni innovative nell'ambito degli pneumatici. L'accordo è stato siglato oggi, venerdì 24 novembre, nelle aule del Politecnico e durerà dal 2017 al 2020.

All'evento hanno preso parte Marco Tronchetti Provera, ad di di Pirelli e il rettore Ferruccio Resta. La partnership prevede lo sviluppo di nanocariche per la produzione di coperture a basso impatto ambientale, lo studio di modelli matematici a supporto del Cyber tyre e lo sviluppo di materiali innovativi in grado di proteggere il pneumatico dall'invecchiamento. "La collaborazione tra Pirelli e il nostro ateneo è solida, a conferma che ricerca e innovazione, università e impresa vanno allo stesso passo e che insieme sanno cogliere le sfide che ci attendono", ha dichiarato Ferruccio Testa. "Oggi sempre di più innovare e fare ricerca non è un 'optional', ma un 'must'", ha detto Tronchetti Provera. "Chi non si adegua, esce di scena", ha aggiunto, spiegando che "è un fatto che la Pirelli non ci sarebbe senza il Politecnico". L'ad della società di pneumatici ha sottolineato che "stiamo attraversando una trasformazione senza precedenti, dove l'automazione e la connettività la fanno da padrone. In un contesto così dinamico è fondamentale lavorare a stretto contatto con gli enti di ricerca e le università più avanzate al mondo, e il Politecnico è certamente una di queste".