Milano, 17 novembre 2017 - Non ci saranno solo «Artigiani creatori di bellezza e bontà. Originali per definizione». La manifestazione che l’anno scorso ha portato al polo Fieramilano di Rho-Pero circa 1.670.000 persone è in programma da sabato 2 dicembre a domenica 10 dicembre con oltre 3mila espositori da 100 Paesi diversi. Per quanto riguarda i saloni tematici ci saranno due novità rispetto agli anni scorsi: il «Bridal Show Milano» nel padiglione 4 dedicato agli artigiani che propongono soluzioni rivolte agli sposi e al mondo dei matrimoni e Artimondo Home Collection, collezione dedicata alla casa innovativa all’interno del salone tematico «Abitare la casa». Proprio nel salone tematico «Abitare la Casa» nel padiglione 4 sarà presente il mondo dell’arredo artigianale di qualità e ci sarà appunto la nuova area «Artimondo Home Collection».

Nel salone «Abitare la casa» ampio spazio è rivolto alle proposte di arredo su misura e realizzate in modo ecosostenibile. Qualche esempio? Ci saranno i mobili realizzati in pino cembro dell’azienda Fratelli Cappellini di Mariano Comense. Si tratta di albero sempreverde che cresce spontaneamente sulle Alpi e arriva fino ai 2mila metri di altitudine. Alcuni studi dell’istituto austriaco Joanneum Research sostengono che il pino cembro ha la capacità di favorire il sonno e il rilassamento. Anche la Beretta Ottavio Arredamenti di Triuggio arriva dal distretto del mobile della Brianza e dedica alcune linee alla lavorazione di materiali inusuali. In questo caso gli artigiani del legno lavorano le «briccole»: riutilizzano in sostanza i pali in rovere, legati tra di loro e piantati sul fondale della laguna di Venezia, per indicare le vie d’acqua. Il legno di rovere, grazie all’effetto dell’acqua salmastra e all’azione di un particolare mollusco, assume caratteristiche adatte alla realizzazione di mobili. Nel Padiglione 4 ci sarà anche il salone tematico dedicato a «Moda e design». In uno spazio dotato di una passerella con backstage saranno programmati eventi musicali, spettacoli e défilé. All’interno dell’area «Moda e design» la moda targata made in Italy si racconta nelle sfilate promosse dagli artigiani e organizzate dalla Scuola di Moda dell’IIS di Inveruno. Non mancano gli esempi di giovani che hanno scommesso su un’impresa artigiana in questo settore. Alberto Vitali a Brembate, in provincia di Bergamo, con la sua Ortisgreen realizza ad esempio i suoi quadri vegetali per unire le sue tre passioni: botanica, arte e design.

Nell’azienda Too Cool Style di Vigevano, invece, si disegnano e producono scarpe e borse coniugando innovazione e tradizione. La famiglia Festa, invece, arriverà dalla Toscana. I fratelli Domenico e Giuseppe si dedicano alla produzione realizzando calzature personalizzabili su misura, lasciando la giovane Elisabetta al disegno e al marketing. Ci sarà un altro salone tematico, dedicato in questo caso all’hobbistica. Nel padiglione 6 del polo Fieramilano sarà allestito il «Salone della creatività» con stand dedicati a decoupage, patchwork, quilting, crochet, tricot, ricamo, scrapbooking, tessuti, filati, perline, creatività per bambini. Un esempio? La Ninfe Creation arriverà dalla Campania con oggetti realizzati in pasta di fimo, pasta sintetica facilmente modellabile riscoperta, negli ultimi anni, per realizzare oggetti di uso quotidiano. I visitatori potranno anche scoprire il processo produttivo di un oggetto, dalla materia grezza fino al confezionamento. Saranno anche organizzati corsi con oltre 100 appuntamenti dedicati alle varie tecniche come quelli di Debbie Farinella, artista californiana esperta dell’arte di realizzare oggetti con la carta.