pavia, 24 maggio 2017 - Ladies Sing the Blues domani al Festival del Jazz di Vigevano, alle ore 21, presso la Cavallerizza del Castello, con Sarah Jane Morris in un programma che celebra anche il centenario di Ella Fitzgerald, come ricorda il direttore artistico Gabriele Comeglio. Quello di Ella con Sarah Jane, quello di Thelonious Monk con la big band, Intra e Rusca, in quello che vuol essere un festival diffuso. Sarah Jane canterà uno standard di Ella e parla volentieri di Sarah Vaughan, Nina Simone e Billie.

“Tutti sanno che io ho amato Sarah e Nina perché hanno e usano un range vocale medio basso”. Che è anche la chiave di interpretazione di Sarah Jane. “E ho amato ancora di più Nina Simone perché ha scritto e cantato quel che vedeva intorno nel modo in cui lo faccio anche io. Lei è una che osserva e commenta i fenomeni sociali. Ho amato anche la musica di Billie Holiday ma sono una cantante infuenzata più da artisti come Tom Waits, Joni Mitchell, Sly and the Family Stone”. Intanto vi consiglio il suo album “Compared To What” con il chitarrista Antonio Forcione conosciuto “mentre stavamo registrando nello stesso studio a Londra, io “Bloody Rain”, dedicato alla musica africana, e Antonio “Sketches of Africa”. Abbiamo subito capito che potevamo fare qualcosa insieme”. Temi originali sulla tragedia dei migranti e la violenza sulle donne, cover intense di Dylan, Sting e Wonder.“Superstition” è il primo singolo e clip.