Milano, 14 dicembre 2016 - Una nuova iniziativa per permettere a Wikipedia, la celebre enciclopedia online di fornire contenuti attendibili. "Questo grazie al lavoro di migliaia di persone che ogni giorno la modificano e la controllano; e con iniziative come WikiTim, la prima in Europa per educare alla corretta scrittura delle voci dell'enciclopedia". A raccontarlo sono gli organizzatori di quest'ultima, in un incontro oggi al Politecnico di Milano, dove gli studenti hanno aggiornato e creato 12 nuove voci legate alla cultura e alla tecnologia digitale.

WikiTim è frutto della collaborazione tra l'azienda Tim, il Politecnico e Wikimedia Italia, associazione che promuove Wikipedia e la cultura libera nel nostro Paese. L'evento di oggi è chiamato edit-a-thon, una sorta di piccola 'maratona' in cui avviene l'aggiornamento collettivo e la pubblicazione ufficiale delle nuove voci su Wikipedia. Un lavoro però che non è stato fatto in un giorno: per mesi, diversi studenti del Politecnico insieme ai loro professori hanno modificato, aggiornato e in alcuni casi creato da zero le pagine dedicate ad argomenti di cui sono esperti: tra questi ci sono l'Intelligenza artificiale, il Sistema di coordinate terrestri e la Cartografia numerica.

"Questo progetto - racconta Ivan Dompé, direttore Institutional Communication di Tim - nasce dalla nostra missione di essere la casa della tecnologia per gli italiani. Il mondo dell'Università spesso vede le informazioni su internet fin troppo divulgative, mentre il mondo di internet vede il quello accademico troppo 'paludato'. L'obiettivo è stato quello di metterci insieme per creare valore aggiunto: vogliamo contribuire ad aumentare il livello di conoscenza delle persone che utilizzano la rete anche attraverso un arricchimento di contenuti, simboli e valori". "È credenza comune - conclude Maurizio Codogno, portavoce di Wikimedia Italia - che Wikipedia snobbi i contenuti degli esperti perché vuole costruire un'enciclopedia dal basso. Niente di più falso! Le persone che si occupano di un tema specifico sono le più indicate per pubblicare e aggiornare le voci relative al loro campo di studi e fornire i riferimenti alle fonti primarie e secondarie che sono le fondamenta dell'enciclopedia libera. Ben vengano dunque idee come quella di WikiTim, dove un'azienda fa da catalizzatore per iniziare un trasferimento di informazioni dall'università a chiunque sia interessato".