Milano, 7 novembre 2016 - Pedinava anziane signore mentre rientravano a casa, le avvicinava con una scusa negli androni o in ascensore e poi improvvisamente le colpiva con dei pugni al volto e le rapinava delle collane e degli orologi che indossavano. Questa l'accusa che ha portato in carcere il 30enne pregiudicato romeno D.I., arrestato dagli investigatori del commissariato meneghino Porta Genova che hanno eseguito nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.  

Almeno quattro le vittime dell'uomo, donne tra i 75 e i 90 anni, aggredite e prese a pugni tra il maggio e l'agosto scorsi in via Piero Strozzi, via Angelo Brofferio, via Tommaso Gulli e via Piero Martinetti. Data la violenza delle aggressioni, solo per una fortunata casualità le vittime non hanno riportato lesioni serie ma se la sono cavata con prognosi dai 7 ai 15 giorni, oltre ad un grande choc.  Nel 2012 il pregiudicato, che risiede in via Mario Morgantini, era stato arrestato per un'altra serie di rapine compiute sempre ai danni di persone anziane. Il 30enne ha confessato tre dei quattro episodi che gli sono stati contestati.