Milano, 8 novembre 2017 - Pagamenti "in nero" a calciatori e allenatori del Foggia calcio. E' quanto emerge da un'inchiesta della Dda di Milano che ha portato oggi la guardia di finanza di Varese e la squadra mobile della questura di Milano a sequestrare 8,2 milioni di euro al commercialista Ruggiero Massimo Curci, indagato per le ipotesi di reato di bancarotta fraudolenta, indebita compensazione da imposta e autoriciclaggio. In una nota delle Fiamme Gialle, si legge che Curci avrebbe finanziato, con denaro autoriciclato, per oltre 790mila euro la società rossonera, della quale "era indirettamente, fino al maggio 2017, socio al 50% e vicepresidente, carica tutt'oggi rivestita a titolo onorario, verosimilmente pagando in nero parte dei compensi spettanti (pari a circa 233mila) a 2 allenatori e 9 calciatori della squadra"