Milano, 13 giugno 2017 - Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, apre a una possibile candidatura di Milano per le Olimpiadi invernali, ma chiede al Comitato olimpico internazionale di non porre veti legati alla sessione del Cio che proprio il capoluogo lombardo ospiterà nel settembre 2019. "La Carta olimpica prevede che se si ospita una sessione del Cio non ci si può candidare a nulla - ha spiegato il numero uno dello sport italiano riferendo al Consiglio nazionale del Coni - Per cui se volessimo candidare Milano e la Valtellina per il 2026 o per il 2030, la Carta olimpica non ce lo consentirebbe". Malagò ha poi aggiunto: "Visto che negli ultimi tempi il Cio molte cose le sta cambiando, questa sarebbe una cosa non giusta". Tuttavia, "questo discorso lo mettiamo da parte perché bisogna capire quale governo ci sarà e se sarà a favore".