Milano, 27 dicembre 2016 - "Riaprire i Navigli è una sfida per Milano e per tutta la Lombardia che vogliamo giocare fino in fondo. La Milano del futuro deve riorganizzarsi al meglio e far emergere ancora di più tutta la sua bellezza riscoprendo fino in fondo la sua anima. Ciò significherebbe più turismo, più lavoro e l'apertura di nuovi spazi commerciali e aggregativi nel centro della città. Noi ci crediamo e siamo pronti". E' quanto commenta il vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) che nell'ambito delle sedute del bilancio di Regione Lombardia ha presentato un ordine del giorno sul Patto per la Lombardia siglato fra Maroni e Renzi nelle scorse settimane.

Il documento è stata approvato dall'aula e impegna la Giunta regionale a stanziare delle risorse del Patto per la Lombardia al fine di intervenire per riaprire completamente il sistema dei Navigli Lombardi. "Regione Lombardia - spiega - ha già avviato un percorso di salvaguardia e valorizzazione dei territori attraversati dai navigli, ora che ci sono i soldi chiediamo la loro completa riapertura riunendo i fiumi Adda e Ticino nel cuore di Milano come avveniva in passato. Cio' significherebbe riscoprire la storia milanese e lombarda, riorganizzare al meglio il traffico cittadino ma soprattutto rendere ancora più bella la città dando un forte slancio al turismo e al commercio. Pensiamo - conclude Cecchetti - a quanto ha fatto bene la riqualificazione della Darsena a Milano: con la riapertura dei Navigli la capitale lombarda spiccherebbe definitivamente il volo e non avrebbe da temere confronti con nessuna altra città del mondo".