Milano, 3 maggio 2017 - "Alle oltre duemila firme di singole cittadine e cittadini arrivate al sito www.20maggiosenzamuri.it si aggiungono 270 sigle di associazioni e organizzazioni da tutta Italia. Ultime in ordine di tempo quelle di Amnesty International Italia e Italiani senza Cittadinanza che si aggiungono a Legambiente, Acli, Arci e a decine di associazioni".  A riferirlo sono gli organizzatori della "marcia" per i migranti del 20 maggio.

"Oggi leggiamo che la consigliera comunale milanese di Forza Italia, Silvia Sardone ci chiede di annullare la marcia del 20 maggio. Un motivo in più - si legge nella nota - per insistere con ancora più convinzione insieme a tutti coloro che fino ad oggi hanno dato la propria adesione e che ci stanno sostenendo. Sentiamo sempre più crescente il bisogno di marciare insieme senza muri. A Milano, dalle 14.30 in Porta Venezia. Saremo tantissimi". 

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il sindaco Sala che ha ribadito che la volontà della città ad accogliere "è confermatissima, io ci sarò, lo spirito è uno spirito che condivido Magari si può vedere una contraddizione, un paradosso" rispetto a quello che è successo ieri in Stazione Centrale, "ma proprio perché si può vedere una contraddizione, spero in una marcia del 20 maggio ancora più viva e partecipata".