Milano, 30 aprile 2017 - Da anni maltrattava la convivente. Per questo un 42enne albanese è stato arrestato ieri pomeriggio, intorno alle 17, in via Carlo Carlone, a Milano. Vittima delle violenze domestiche la convivente dell'uomo, un'taliana di 56 anni. Sul posto è intervenuta la Polizia, allertata da una amica della donna, a sua volta da lei avvisata tramite un sms inviato con il proprio cellulare nonostante l'arrestato volesse sequestrarglielo per gelosia. La vittima ha riferito di subire maltrattamenti sia fisici sia psicologici fin dall'inizio della convivenza che dura da 10 mesi.

L'uomo, da sempre geloso senza apparente motivo, le toglieva il cellulare, la controllava, la obbligava ad avere rapporti sessuali anche contro la sua volontà ricattandola. La donna, stufa di subire, ieri all'ennesimo episodio di maltrattamento è riuscita a impossessarsi del telefono che l'uomo le aveva sequestrato e ha chiesto aiuto ad una amica tramite sms. Ora l'albanese, senza precedenti, è in arresto per maltrattamento in famiglia, la donna non ha necessitato cure mediche.