Cronaca

Nonostante la mobilitazione andata avanti per mesi per salvare le 17 piante del supercondominio di via Oljetti, con cuori appesi sugli alberi e cartelli di protesta, i tigli sono stati abbattuti. E le polemiche non si placano. Sotto la lente anche il cantiere "abbandonato a se stesso, con i bambini che giocano tra i tronchi", denunciano gli ambientalisti. La protesta risuona anche in un video, lanciato su YouTube da Lorenzo Croce, presidente di Aidaa: "I tigli erano sani - ribadisce - ma mi preme mostrarvi  come il giorno dopo il taglio il cantiere sia abbandonato a se stesso con libero accesso a bambini che vi giocano  e persone che tolgono le loro auto in barba a qualsivoglia norma di sicurezza e per giunta visto il caldo con il rischio di autocombustione, in una zona con centinaia di appartamenti".

Sport Tech Benessere Moda Magazine