Milano, 13 giugno - "Storie in divisa" è la docu-fiction che da martedì 20 giugno porterà sul piccolo schermo i carabinieri della caserma di Rho nella loro quotidianità. Le puntate sono state girate seguendo i militari di Rho 24 ore su 24, sia durante la loro azione in divisa, sia quando sono immersi nella vita familiare. La nuova serie tv, in onda su Canale 5, è stata presentata oggi nella caserma di via Moscova, alla presenza di numerose autorità, in divisa e  non, tra cui il comandante generale dei carabinieri Tullio del Sette e il regista Roberto Burchielli. La serie prevede sei episodi da 35 minuti che saranno trasmessi in tre serate in seconda serata, raccontando ciò che accade in una caserma dei carabinieri e in particolare in una zona "vivace" dell'hinterland, quella di Rho

Montaggio e regia sono firmati da tre giovani film-maker coordinati da Burchiella. Un lavoro durato circa 3 mesi, anche per l'attenzione nei confronti della privacy degli attori improvvisati. La caserma di Rho, presa a modello per "Storie in divisa", è comandata dal capitano 29enne Simone Musella, al suo interno prestano servizio oltre 50 militari, dai 21 ai 60 anni, tutti diplomati e laureati.

"Questo docu-reality è per noi particolarmente importante perché dobbiamo rapportarci con l'opinione pubblica, che si forma attraverso i mezzi di informazione. Dobbiamo costruire un rapporto quotidiano con la gente improntato alla reciproca fiducia, dentro le regole". Lo ha detto il comandante generale dell'Arma dei carabinieri Tullio Del Sette. "È importante aver registrato questa serie qui al nord - ha aggiunto il generale - perché l'Arma di Milano si è sempre distinta negli anni, con i fenomeni dell'eversione, della
criminalità organizzata e di mani pulite".