Milano, 11 agosto 2017 - Entrano di notte nei cantieri della Milano-Meda per rubare o per spostare la segnaletica: così facendo hanno ritardato l'apertura della tratta tra l'uscita di Varedo e l'uscita di Binzago della provinciale 35 Milano-Meda. La tratta è interessata dal cantiere di manutenzione straordinaria aperto dalla Provincia di Monza e Brianza lo scorso 7 agosto. Per cercare di mitigare ulteriormente i disagi a chi continuerà ad utilizzare la superstrada anche nelle prossime due settimane di cantiere, è stato parzialmente rivisto il piano di viabilità alternativa che prevede una variazione di percorso per accedere alla provinciale 44bis Milano-Lentate, disimpegnando la parte di Bovisio Masciago, precedentemente utilizzata e più densamente abitata. Tutte le variazioni al piano di lavori sono state valutate questa mattina durante l'incontro in Prefettura con i tecnici della Provincia, i Comuni coinvolti con le rispettive Polizie Locali e le forze dell'Ordine presenti (Polizia Stradale e Carabinieri). Il programma di manutenzione straordinaria è stato varato dalla Provincia per un importo di circa 1.800.000 euro. Nel piano di agosto è previsto, oltre al completamento delle asfaltature previste in progetto con relativa segnaletica orizzontale, la sistemazione di alcuni tratti delle banchine stradali, lo sfalcio del verde, potature e disboscamento totale delle banchine laterali, cui si aggiunge il ripristino corticale per le pile dei ponti di Binzago (Cesano Maderno) e Varedo, interessati dal primo slot dell'operazione "ponti sicuri".