Milano, 7 ottobre 2017 - Al via il 'week-end della blu', ovvero due giorni, sabato 7 e domenica 8 ottobre, dedicati alla vestizione delle cesate dei cantiere della M4. In che modo? Raccontando la storia dei Navigli attraverso fotografie d'epoca, oppure Milano vista da un gruppo di bambini grazie a un insieme di scene quotidiane realizzate con pittura su pannelli. Ancora, fotografie che restituiscono frammenti di paesaggi del quartiere oppure rappresentazioni di situazioni casuali all'interno di un ipotetico vagone della metropolitana realizzate con vernici spray. Ecco alcuni dei progetti che saranno realizzati contemporaneamente in 14 cantieri. Si tratta dei primi 17 degli oltre 30 lavori, scelti dalla giuria tecnica e da quella popolare tra i 61 che hanno partecipato alla call pubblica studiata dal gruppo di lavoro workshop "Idee in cantiere", voluto dal Comune di Milano e M4 spa, ideato e gestito da MM Comunicazione. Workshop che si svilupperà poi anche con eventi multiculturali di intrattenimento nei singoli quartieri e, al termine dei lavori della metro, con il ripristino delle aree di superficie, in particolari parchi e aree sportive.

Fra i progetti vi è una prevalenza di utilizzo di tecniche pittoriche e computer grafica anche se non manca la tecnica mista o lavori materici in senso stretto. Alcuni progetti creativi rappresentano specifiche identità locali e territoriali ed esaltano storie di vita vissuta, altri esaltano i concetti di mobilità sostenibile, altri ancora accompagnano visioni urbane futuristiche. Il risultato complessivo è la grande volontà di partecipare a una narrazione condivisa che, una volta completamente realizzata, sarà una grande mostra a cielo aperto.

Il "weekend della blu", dunque, integra - con una sezione creativa e partecipata - la fase in cui si stanno "vestendo" i cantieri anche con i pannelli informativi sulla linea e sugli esercizi commerciali presenti nell'area. "Ridurre l'impatto dei cantieri della
M4 sulla città rendendoli ancora più visibili sembra un paradosso - hanno dichiarato Marco Granelli e Cristina Tajani, assessori alla Mobilità e al Commercio del Comune di Milano - ma la vestizione artistica delle cesate trasforma un potenziale disagio in un luogo di bellezza e consente ai cittadini di appropriarsi di questo spazio. Al concorso hanno risposto tanti cittadini e associazioni, segno di una forte sensibilità e attenzione verso gli spazi pubblici. A tutti loro il nostro grazie per l'impegno. Siamo certi che da oggi la M4 è un po' meno distante dai cittadini". "I milanesi si sono sempre appassionati alle trasformazioni della città - ha aggiunto Fabio Terragni, presidente di M4 Spa - e anche in questo caso, come nelle giornate di apertura dei cantieri, hanno risposto massicciamente al nostro invito".

La vestizione artistica dei cantieri proseguirà anche nelle prossime settimane, ospitando sui cantieri di tutta la tratta i lavori scelti che, per ragioni tecniche e organizzative, non possono essere allestiti in questo weekend. Infine, domenica 8 ottobre (ore 10 con partenza da Parco Solari), l'Associazione Museolab6 organizza una passeggiata lungo i cantieri della M4, nella tratta tra la stazione Solari e la stazione Frattini. L'iniziativa vuole favorire il dialogo tra gli autori dei progetti selezionati, le istituzioni e i cittadini sulle opere e sulla futura qualità urbana delle stazioni e dei luoghi circostanti.



Lzp