Milano, 3 ottobre 2017 - C'è un sospettato per il caso di violenza sessuale ai danni di una bambina cinese di sei anni, avvenuto lo scorso 11 settembre in via Baramante, nella Chianatown milanese. La Squadra Mobile della Questura, cui sono affidate le indagini, ha infatti diffuso l'identikit alcuni fotogrammi di un individuo sospettato di essere l'autore della violenza.

Alto un metro e ottanta, orecchie sporgenti, magro di corporatura, capelli radi e rasati; indossa una maglia nera a maniche lunghe, un jeans chiaro e delle scarpe nere e porta appesa al braccio una giacca. Questo l'identikit del principale sospettato. Altri particolari emergono dai fotogrammi: è un uomo di carnagione chiara, di età presunta tra i 35 e i 40 anni e ha un incedere particolare con una falcata molto ampia. Le immagini provengono da una telecamera che lo ha ripreso camminare in via Sarpi. La piccola era stata spinta nel cortile di un caseggiato e lì molestata: l'accusa è violenza sessuale. Secondo quanto riferito dalla piccola, l'uomo parlava italiano. La Mobile di Milano invita chiunque abbia informazioni a contattare i numeri  366/7756783 e 366/7756791, anche via WhatsApp.