Rozzano (Milano), 3 ottobre 2017 - Finora le avevano abbandonate in strada, in un canale persino sui rami di un albero. Mai, però, sopra una cabina telefonica. Ora anche questa “barriera” è stata infranta: è accaduto a Rozzano, nel quartiere Aler, dove una bicicletta gialla del servizio di bike sharing del Comune di Milano è stata ritrovata appunto sul tetto di una cabina telefonica.

La bici è stata subito recuperata e restituita. Resta da chiarire chi si sia preso il disturbo di piazzarla proprio lì e perchè lo abbia fatto: un ladro pentito del furto e desideroso di far recuperare il maltolto mettendolo bene in vista, oppure qualcuno semplicemente in vena di una bravata? Di certo, abbandonare i mezzi del bike sharing in luoghi strani sta diventando un’abitudine diffusa, quasi una nuova moda, stupida e incivile