Milano, 3 gennaio 2018 - È in corso dalle prime ore di stamattina la rimozione dei barconi-ristorante ormeggiati da decenni sul Naviglio Pavese. Gli operai dell'impresa incaricata dei lavori stanno svuotando uno a uno i natanti, poi partiranno le operazioni di rimozione con un enorme braccio meccanico. Chiuse al passaggio di veicoli e pedoni una parte di via Ascanio Sforza e le vie limitrofe. La decisione di portar via i barconi è arrivata dopo una lunghissima battaglia legale tra il Comune e i gestori dei locali: le chiatte galleggianti sono state dichiarate abusive sia dal Tar che dal Consiglio di Stato.

Le operazioni dureranno fino al 5 gennaio. I barconi non saranno completamente smantellati. Al momento viene tolta la parte superiore per permettere di sollevarli dal Naviglio Pavese e poi portarli con trasporto eccezionale in un deposito. Due saranno spostati nella notte, due domani notte e l'ultimo venerdì. Solo questo sarà trasportato via acqua attraverso il canale Villoresi. Al momento sono al lavoro 18 fabbri, una quarantina di operai oltre al personale dell'impresa di trasporti. Una trentina gli agenti di polizia locale impegnati con polizia e carabinieri fin dalle cinque per delimitare l'area.