Pogliano Milanese, 8 novembre 2017 - Un appartamento è esploso questa mattina all'alba a Pogliano Milanese e un uomo di 50 anni, operaio italiano, è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Niguarda di Milano. È  successo intorno alle 5 in via Garibaldi 11 per cause ancora in corso di accertamento da parte dei vigili del fuoco di Milano e Rho che sono intervenuti sul posto. Prima un forte boato, sentito anche a diverse centinaia di metri di distanza, poi vetro in frantumi e tapparelle volate in strada. L'uomo, che viveva da solo nell'abitazione, è stato portato con un codice rosso al Niguarda in prognosi riservata. Nell'esplosione sarebbe rimasto gravemente ustionato.

La deflagrazione ha investito il 50enne al volto, alle spalle e alle mani, e ha danneggiato le pareti dell'appartamento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Rho e i carabinieri di Legnano, che stanno effettuando tutti i rilievi del caso. Due famiglie sono state evacuate dalla palazzina. Il cinquantenne è stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale di Niguarda di Milano.  Secondo la prima ricostruzione sarebbe stata una fuga di gas a causare l'esplosione. Sembra che l'uomo avesse deciso di togliersi la vita e ha aperto il gas, innescando un'esplosione che ha devastato il suo appartamento e lo ha ferito gravemente. Nessuna conseguenza per le altre quattro persone che vivono nella palazzina, che però dovranno attendere la fine dei rilievi sulle condizioni dello stabile, per poter ritornare nei loro appartamenti in totale sicurezza.

ha collaborato ROBERTA RAMPINI