Milano, 7 dicembre 2016 - Un'app per vivere il vero spirito del Natale, tra gioia, allegria e condivisione. Si chiama PNP- Polo Nord Portatile, l'app gratuita dell'azienda canadese UGroup Media, per inviare videomessaggi o chiamate di auguri personalizzati fatti direttamente da Babbo Natale. Dal 2008, anno della sua nascita, ad oggi, sono stati inviati quasi 130 milioni di auguri in tutto il mondo. In PNP viene riproposto un mondo magico, fatto di giochi e feste, dove Babbo Natale ed i suoi Elfi vivono felici, ricreando l'immaginario dei bambini. Le feste natalizie sono un periodo dell'anno meraviglioso, soprattutto per i più piccoli, per questo l'azienda ha lanciato il Programma Ospedali Pediatrici Polo Nord Portatile, con il quale si impegna a regalare questa magica atmosfera, anche ai bambini meno fortunati che trascorreranno il Natale in un reparto d'ospedale, con la speranza di trasmettere loro un po' di gioia e conforto.

Da quest'anno entrano a far parte del progetto anche l'Ospedale San Raffaele, con la sua Unità di Pediatria e Neonatologia, e il Policlinico San Donato, con la sua Unità di Cardiochirurgia Pediatrica, entrambi parte del  Gruppo Ospedaliero San Donato, che si uniscono agli oltre 40 ospedali pediatrici di tutto il mondo. Per ogni acquisto effettuato all'interno del sito, PNP si impegna a devolvere una parte in favore del Programma. Ad oggi, sono stati donati oltre 300 mila dollari americani. Un'app semplice e divertente, che in pochi click può davvero rendere felici i nostri cari e anche moltissimi bambini.

Disponibile in 6 lingue (inglese, francese, spagnolo e dal 2016 italiano, tedesco e giapponese), PNP consente di creare in modo semplice e gratuito chiamate vocali e videomessaggi per bambini o adulti, personalizzandoli con nome e qualche dato del destinatario, e scegliendo tra vari scenari (ad esempio dalla casa di Babbo Natale, o all'ufficio postale, dove riceve le migliaia di letterine, oppure dalla casa di un elfo). La versione Premium dell'app offre la possibilità di scegliere tra un più ampio numero di scenari come, ad esempio, la chiamata in diretta dalla slitta o la possibilità di far complimentare il caro Babbo con il bambino per i suoi risultati scolastici, o, magari, riprenderlo invitandolo ad ubbidire di più ai suoi genitori o a comportarsi meglio. Quest'ultima opzione è risultata essere molto apprezzata dalle mamme e dai papà che hanno usufruito del servizio, per la sua valenza educativa. Del resto, quale bambino si sognerebbe mai di contraddire Babbo Natale!