Milano, 1 settembre 2017 -  E' in programma per il 13 settembre davanti al gup di Milano l'udienza con il rito abbreviato condizionato a una perizia psichiatrica per Ismail Tommaso Hosni, il 20enne italo-tunisino arrestato per avere aggredito con due coltelli da cucina due militari e un agente della Polfer alla stazione Centrale di Milano, lo scorso 18 maggio, oltre a essere indagato per terrorismo internazionale. L'udienza riguarda solo l'accoltellamento in relazione al quale sono contestati la resistenza, il tentato omicidio per il ferimento di un poliziotto e un militare, le lesioni aggravate per l'aggressione dell'altro militare. Rimane aperta infatti l'indagine per terrorismo internazionale dei pm Alberto Nobili e Alessandro Gobbis che stanno indagando su possibili collegamenti di Hosni con l'Isis. Il giovane aveva postato sul suo profilo Facebook video inneggianti il sedicente Stato islamico