Milano, 22 aprile 2017 - Si chiude in auto con una 12enne, compagna di scuola della figlia, e tenta di abusare di lei. Con l'accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di una minore, un 44enne cingalese è stato arrestato ieri a  Malpensa. La vittima è una 12enne straniera, amica e compagna di scuola della figlia dell'uomo. A denunciare il fatto, permettendo alla Squadra Mobile di individuare il colpevole in meno di un mese è stata la madre della vittima. L'episodio risale ai primi di marzo, l'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa il 3 aprile ed è stata eseguita ieri perché l'uomo si era recato all'estero per motivi di famiglia. Gli agenti della Squadra Mobile lo hanno arrestato appena atterrato a Malpensa. 

E' stata la madre della ragazzina a far scattare le indagini. La donna, residente in zona Corvetto come anche l'arrestato, a inizio marzo ha visto tornare la figlia a casa molto scossa, dopo un pomeriggio trascorso con la figlia del 44enne. Ha pressato la figlia con domande e scoperto che il cingalese aveva abusato della vittima, approfittando della confidenza tra le due ragazzine. Quel pomeriggio l'uomo ha portato le due amiche al McDonald's e ha trovato il modo per isolarsi con la 12enne. In auto ha raggiunto un luogo isolato per poi molestarla, chiudendosi con lei nell'abitacolo, circostanza che ha spaventato molto la ragazzina, in seguito ascoltata dagli inquirenti. Per avvicinarla e conquistare la sua fiducia, l'uomo ha approfittato dei contatti telefonici delle due amiche e del tempo che trascorrevano assieme. Il timore è che possa aver approfittato anche di altre compagnette della figlia.