Milano, 6 dicembre 2017 - La Giunta comunale ha approvato una delibera che istituisce il nuovo abbonamento urbano Atm a 50 euro annui per disoccupati, inoccupati e detenuti con permesso di uscire dal carcere per il tempo necessario a svolgere attività lavorative all’esterno. Si tratta di un provvedimento sperimentale che avrà durata di un anno. La stima del Comune è che saranno circa tremila i richiedenti. Lo stanziamento dell'amministrazione è di circa 200 mila euro. I requisiti necessari per accedere al nuovo abbonamento sono la residenza a Milano, la cittadinanza italiana o europea, il possesso di un permesso di soggiorno e della dichiarazione Did, disponibilità immediata al lavoro.

"Il nostro obiettivo è rendere strutturale, e non più legata alle risorse disponibili di anno in anno - ha spiegato l'assessore alle Politiche per il lavoro, Cristina Tajani - una misura di sostegno e supporto ai cittadini che si trovano in condizione di momentanea difficoltà". La giunta ha poi approvato, anche per il 2018, l'estensione della sperimentazione delle tariffe agevolate per l'abbonamento annuale e mensile per il trasporto pubblico rivolte a cittadine con più di 60 anni, cittadini con più di 65 anni e minori in affido a famiglie o comunità educative.