Milano / Bergamo / Brescia / Como / Cremona / Lecco / Legnano / Lodi / Monza Brianza / Mantova / Pavia / Martesana / Rho / Sesto / Sud-Milano / Sondrio / Varese

Processo "Infinito", gli imputati "Apritelo alla stampa nulla da nascondere"

Al centro le infiltrazioni della 'ndrangheta in Lombardia

Imputate 110 persone tutte condannate in primo grado fino a 16 anni. Molti minacciano di revocare il mandato ai loro legali come facevano i brigatisti nei processi per terrorismo

La locale lombarda riunita nel circolo Arci di Paderno Dugnano
La locale lombarda riunita nel circolo Arci di Paderno Dugnano

Milano, 26 novembre 2012 - “Apriamo il processo alla stampa, non abbiamo niente da nascondere”, questa la richiesta di molti degli imputati del maxi-processo “Infinito” che al centro ha le infiltrazioni della 'ndrangheta in Lombardia.

“Vogliamo maggiori garanzie. C'è scarso rispetto delle singole posizioni processuali e delle garanzie costituzionali” hanno accusato i detenuti dalle gabbie rivolte alla Corte e inoltre hanno minacciato di revocare il mandato ai loro legali,come facevano i brigatisti nei processi per terrorismo. Il processo vede imputate 110 persone, tutti condannati in primo grado con rito abbreviato, nel novembre 2011, a pene fino a 16 anni di carcere.

Condividi l'articolo
comments powered by Disqus
Offerte su volantino a milano
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese

  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP