Vaprio d'Adda (milano), 23 settembre 2017 - Pittura, scultura, fotografia, performance teatrali, artigianato, libri, convegni e tavole rotonde, tutto rigorosamente a tema Gatto. Apre, oggi, a Villa Castelbarco, a Vaprio, Cats Festival, una due giorni interamente dedicata ai felini, per la gioia dei padroni. La seconda edizione della kermesse, che ha esordito l’anno scorso nel Piacentino richiamando 20mila curiosi da tutta Italia, torna con una formula ancora più ricca. Ci saranno razze nobili e trovatelli, allevamenti blasonati e gattili, ma nessun concorso «solo l’incontro costruttivo fra animali e umani», spiegano gli organizzatori.

Per i tanti appassionati, una novità importante: ci si potrà portare il proprio amico da casa, «a patto che sia abituato a luoghi affollati», perché si goda qualche ora di puro divertimento nello splendido parco della dimora di delizia, dove si terranno gli appuntamenti. Ricco il programma, che mette in fila laboratori, aree relax, vere storie d’amore fra quattro zampe e proprietari. Non manca il tocco culturale, grazie alla bellissima mostra dedicata ai manifesti dei film che hanno avuto un micio per protagonista. Aristogatti, Colazione da Tiffany, Garfield, Fbi Operazione Gatto e tanti altri. Un angolo per riscoprire i gioielli che hanno fatto ridere, pensare, piangere il pubblico con un gatto di celluloide ad animare la trama.

Uno spazio speciale sarà dedicato ai bambini con l’Accademia del gatto, un laboratorio teatrale, che permetterà ai piccoli di riscoprire sensi perduti come l’olfatto, la vista, le percezioni tattili. E per i più creativi, c’è la possibilità di regalarsi una metamorfosi: il body-painting d’autore trasformerà chiunque lo desideri in micioni e gattine. Tanto divertimento per un obiettivo serissimo: la lotta all’abbandono di animali. E per portarlo avanti, saranno tanti gli artisti presenti.

Dal pittore Franco Anselmi, all’illustratrice Marina Fusari, a molti altri. Con un paletto da non scordare, condensato nella citazione di sir Harry Swanson, frase-chiave dell’evento, che spiega tutto. «Non è possibile possedere un gatto. Nella migliore delle ipotesi si può essere con loro soci alla pari». Villa Casterlbarco (via per Concesa, 4). Oggi e domani dalle 10 alle 19, (ultimo ingresso alle 18 in entrambi i giorni). Costo biglietto: 10 euro, ridotto: 8 euro. Bambini (da 6 a 14 anni): 5 euro. Informazioni: festivaldeigatti@libero.it