Pioltello (Milano), 16 luglio 2017 - Maxi regolamento di conti nel cuore del Satellite e del pomeriggio.  Con corredo di investimento finale, molto probabilmente volontario: vittima un cittadino maghrebino, cavatasela, per sua fortuna, con poche lesioni. A bordo dell’auto investitrice, che ha terminato la corsa contro un’auto in sosta, forse un gruppo di colombiani. Che, sempre forse, poco prima erano stati protagonisti del faccia a faccia con un gruppo di egiziani. Si presume per un regolamento di conti relativo al traffico di stupefacenti. Su motivi e dinamica della rissa, del tentato investimento, e sulla nazionalità e identità dei coinvolti, una quindicina di persone al momento clou, i carabinieri stanno indagando.

L'allarme è scattato nel pomeriggio di venerdì davanti a un bar in via Mozart, nel cuore del quartiere critico. Quando polizia Locale e Carabinieri sono giunti sul posto era già iniziato il fuggi fuggi. Difficoltosa e a dire poco spinosa la ricostruzione dei fatti, in un contesto di “collaborazione zero” e di silenzio dei pochi rimasti sul posto. Le forze dell’ordine hanno ritrovato anche il ferito, un maghrebino di 26 anni, travolto, non si è capito se apposta o accidentalmente, dall’auto, a sua volta ferma poco distante dopo il fragoroso botto contro una macchina parcheggiata. Dileguati conducenti e passeggeri, eccetto uno, un 21 enne controllato dagli inquirenti e di cui si sta cercando di comprendere il livello di coinvolgimento nella sarabanda. Insomma, il consueto caos. Il ferito in ospedale, gli interrogatori e la ricostruzione ancora in atto, un aiuto scarso da parte delle telecamere di videosorveglianza che monitorano parte del quartiere. A margine l’esasperazione dei cittadini.