Pioltello (Milano), 29 ottobre 2017 - Un weekend da paura, Pioltello nuovamente invasa dai miasmi. Due giorni di bombardamenti hanno alzato la tensione, tanto che l’altra sera il Comitato Ambiente Pioltello ha allertato le forze dell’ordine - polizia locale e carabinieri – e ha improvvisato un sit-in di protesta davanti alla Sirius, l’azienda di Cernusco presumibilmente responsabile degli odori molesti. Entro metà novembre, l’Arpa invierà i tecnici in azienda per un ulteriore sopralluogo, il terzo da marzo ad oggi, e un monitoraggio dei fumi emessi dai camini dell’azienda.

"Se nella prossima verifica i problemi non saranno stati risolti, Arpa potrebbe avviare un procedimento penale", annuncia l’assessore all’Ambiente, Giuseppe Bottasini. "L'azienda tratta scarti animali per la produzione di oli industriali – continua l’assessore pioltellse -: un’attività che, se gestita male, può provocare forti emissioni odorose, sia in sito sia in aria. A marzo l'azienda ha ricevuto un’autorizzazione a lavorare sotto alcune condizioni tecniche ed Arpa è andata a verificare a marzo, a luglio e tornerà nella prima metà di novembre. L'esito della ispezione di Arpa, previsto entro un paio di settimane, ci fornirà elementi per decidere come procedere ulteriormente per la risoluzione di questo problema, che si trascina ormai da oltre due anni".

La situazione non sembra sbloccarsi e, secondo il Comitato, a tirare il freno a mano sarebbe il Comune di Cernusco. "Se si fosse imposto a Sirius di rispettare gli orari di lavoro autorizzati, ci saremmo risparmiati le puzze di questi mesi – spiega Giorgio Fallini, presidente del Comitato pioltellese -. Gli odori si sentono soprattutto la sera, segno che l’azienda lavora in orari non consentiti. Oltretutto, la puzza dell’altra sera era causata certamente data dall’acido solfidrico, sostanza che non è citata nei documenti relativi all'autorizzazione".