Pioltello (Milano), 30 marzo 2017 - Tre mesi di tempo per azzerare i cattivi odori. È quanto previsto dall’Autorizzazione Unica Ambientale rilasciata dalla Città Metropolitana alla Sirius, l’azienda di Cernusco che al momento è ritenuta la responsabile delle emissioni maleodoranti che imperversano su Pioltello. L’autorizzazione è stata firmata a novembre, il Comune di Cernusco l’ha notificata soltanto a marzo. Per fine aprile è in agenda un nuovo incontro di verifica con Arpa per affinare le indagini e capire se le emissioni potrebbero creare dei fattori di rischio per i cittadini. Pioltello ha deciso di abbattere il muro di silenzio che per quasi due anni ha avvolto la vicenda dei miasmi, pubblicando on-line i documenti che riguardano le emissioni e aprendo una casella mail per le segnalazioni. "Piena sintonia con i cittadini per fermare i cattivi odori", annuncia l’assessore all’Ambiente, Giuseppe Bottasini, che l’altra sera ha incontrato i pioltellesi per fare il punto sul problema dei cattivi odori che da alcuni mesi affliggono la città.

"L’incontro è stato molto positivo - racconta Bottasini -. Dopo aver ripercorso l’intera vicenda, partita nel 2015 con un problema analogo, ho informato i residenti su come si stanno muovendo le istituzioni per rimuovere il fenomeno. Vogliamo condividere tutte le informazioni e, insieme ai comitati spontanei che stanno nascendo, vigilare e fare pressione perché tutti gli enti pubblici e privati coinvolti intervengano velocemente e con efficacia per risolvere una volta per tutte il problema". Durante l’incontro, è stato reso noto l’esito del sopralluogo di Arpa dello scorso 9 marzo. "Con il sopralluogo alla Sirius, l’azienda di Cernusco fonte degli odori molesti del passato, i tecnici regionali hanno appurato di persona alcune emissioni odorose". È stata anche analizzata l’autorizzazione Aua, che concede all’azienda novanta giorni per azzerare eventuali emissioni.

"Noi non intendiamo star fermi per tre mesi - sottolinea l’assessore Bottasini -. L’assessore all’Ambiente di Cernusco, Ermanno Zacchetti, è disponibile a incontrare una delegazione di cittadini pioltellesi e per fine aprile abbiamo già programmato con Arpa un secondo incontro di verifica. Non sottovalutiamo neppure le segnalazioni emerse nell’incontro pubblico relative a disturbi di salute provati da alcuni cittadini in concomitanza con le emissioni degli odori molesti e, per i conseguenti approfondimenti, contatteremo Ats". Ma non solo. "Stiamo anche verificando se vi siano altre possibili fonti di odori e chiederemo ad Arpa di estendere le analisi ad altre sostanze eventualmente rilasciate in aria e acqua".