Rodano (Milano), 17 marzo 2017 - Venti tablet, sette computer, otto cellulari, dieci iPod, settanta cuffiette. Sono solo alcuni degli “articoli” scoperti dai carabinieri di Cassano in un appartamento di Rodano, un vero e proprio supermarket in nero dell’elettronica. Nei guai, il proprietario, un insospettabile 35enne, che secondo gli investigatori camperebbe piazzando la refurtiva. Fatale per lui, l’ultimo colpo, finito male, stamattina, alla Media World di Vignate. L’impiegato si era messo in borsa un tablet da 400 euro, deciso ad ampliare il catalogo a disposizione degli acquirenti, ma i vigilantes hanno notato tutto e chiamato il 112. All’uscita si è trovato davanti la pattuglia. La perquisizione a casa ha portato a galla il resto. Le accuse per lui sono di furto aggravato e ricettazione.