Milano / Bergamo / Brescia / Como / Cremona / Lecco / Legnano / Lodi / Monza Brianza / Mantova / Pavia / Martesana / Rho / Sesto / Sud-Milano / Sondrio / Varese

Sedici famiglie in cerca di un tetto

Ripartono i lavori fai da te

A Vimodrone riparte il cantiere Aler da ottobre. Dopo un anno e mezzo sembra giunto il momento di mettere la parola fine al progetto

cantiere edile (foto Dipietro)

Vimodrone, 19 settembre 2011 - Maniche della camicia alzate, berretto di carta in testa e strumenti del mestiere tra le mani: per gli autocostruttori di Vimodrone da ottobre potranno finalmente ripartire i lavori per la realizzazione delle loro future case.

È passato più di un anno e mezzo, l’attesa è stata lunga e spesso demoralizzante, ma finalmente arrivano buone notizie per la cooperativa «Uno di sedici» formata dalle famiglie vimodronesi che dal 2007 hanno aderito al progetto promosso da Aler e Comune per realizzare sedici abitazioni con il metodo dell’autocostruzione.
Nei mesi estivi Aler ha individuato la nuova ditta che affiancherà i cittadini-costruttori nella conclusione delle opere di costruzione delle case di via Cadorna. Nei giorni scorsi è stata quindi protocollata la richiesta di permesso di costruire che, una volta approvata da Comune e passata nuovamente al vaglio di Aler, permetterà la riapertura dei cantieri.

Già dalle prime settimane di ottobre i lavori dovrebbero quindi essere riavviati, con l’impegno da parte degli autocostruttori di dedicare da qui fino alla fine del progetto tutti i fine settimana alla realizzazione delle opere. «Stiamo facendo il possibile, per quanto è di nostra competenza, per velocizzare i tempi di approvazione delle pratiche necessarie per riavviare i cantieri - spiega il sindaco di Vimodrone Dario Veneroni -. Abbiamo creduto fortemente nel progetto di autocostruzione fin dalla sua ideazione e anche quando si sono presentate le prime difficoltà e si credeva che non potesse più essere realizzato, ci siamo impegnati per non farlo cancellare. Ora siamo finalmente in dirittura di arrivo e speriamo che le famiglie che si sono aggiudicate questa importante opportunità possano al più presto mettere piede nelle loro nuove case».

La vicenda ha avuto inizio nel 2007, quando è stato indetto un bando (tra i primi nel suo genere in tutta la Lombardia) per individuare sedici famiglie già formate e di neo formazione che avessero voglia di mettersi in gioco e di impegnarsi in prima persona per realizzare la loro futura casa. Dopo averle trovate e riunite in una cooperativa, Aler (ente promotore del progetto con il Comune di Vimodrone) ha affidato i lavori alla onlus Alisei che fino al 2010 ha accompagnato nei cantieri gli autocostruttori.

Nel marzo di quell’anno, il fallimento della onlus ha forzatamente interrotto il progetto, dando il via a un lungo iter burocratico e legale che si è concluso solo qualche mese fa. Nel frattempo agli autocostruttori non è rimasto che aspettare e sperare di potersi presto rimettere al lavoro. Quel momento tanto atteso sembra oggi finalmente essere arrivato, con l’avvio il prossimo ottobre della conclusione delle opere.

di Chiara Giaquinta

comments powered by Disqus
Pubblicità locale
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese

  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP