HOMEPAGE > Milano Martesana > Debiti condominiali da un milione Il Satellite sprofonda nel "buco"

Debiti condominiali
da un milione
Il Satellite
sprofonda nel "buco"

Pioltello, insolvenze decennali e spese alle stelle: inquilini sul lastrico a causa delle truffe di imprese edili e case vendute a prezzi esorbitanti

Stampa l'articolo Invia per e-mail Clicca due volte su qualsiasi
parola di questo articolo per
visualizzare una sua definizione
tratta dai dizionari Zanichelli
| | condividi
Banconote (Foto Ansa)

Pioltello, 21 aprile 2011 - Immensi caseggiati messi in ginocchio dai debiti accumulati negli anni da amministratori senza scrupoli, truffe immobiliari e mutui gonfiati fino alle stelle per raggirare gli ignari acquirenti. È la carta di identità del Satellite, un quartiere asfissiato dai problemi. È un angolo della città costituito da super condomini da oltre 210 famiglie, caseggiati ingestibili e con debiti che oscillano tra i 400mila a oltre un milione e mezzo di euro. Una situazione finanziaria che rischia il tracollo, causando periodicamente la chiusura delle utenze e la sospensione del gas.

Al civico 3 di via Cilea, per fare un esempio, gli abitanti hanno trascorso l’inverno senza riscaldamento, ma la situazione è diffusa in quasi tutto il quartiere. I nuovi amministratori stanno tentando la strada del risanamento economico, ma la situazione è pesantissima. «Qui gli appartamenti sono deprezzati da questa situazione che si trascina da decenni - racconta Enzo Sanapo, portinaio di via Cilea 4 - le case non si riescono a vendere se non si scende sotto i 50mila euro. Una cifra irrisoria, dovuta al fatto che tanti appartamenti vengono massi all’asta dalle banche per coprire i debiti dei mutui e delle spese condominiali non pagate».

Fino a qualche anno fa, al Satellite venivano organizzate vere e proprie truffe ai danni degli immigrati: alcuni istituti di credito concedevano mutui gonfiati, accesi su perizie truffaldine che quotavano gli appartamenti fino al 300% del valore reale. Agli acquirenti venivano vendute case a prezzi esorbitanti, ma poi si ritrovavano con mutui pesantissimi che molti non riuscivano a pagare. Cifre che si andavano a sommare a rate condominiali salatissime, a causa di lavori di manutenzione straordinaria eseguiti su preventivi gonfiati, imprese edili sparite senza mai finire i lavori e qualche vecchio amministratore scappato con la cassa.

Al Satellite è successo di tutto. Sembrano scene da film, invece è la cruda realtà in cui vivono oltre 7 mila pioltellesi. «Vediamo spesso arrivare i funzionari del tribunale per mettere i sigilli alle case - continua Sanapò -. Tutto il Satellite vive questa situazione disperata che continua a peggiorare ogni anno che passa. Il nostro condominio ha accumulato 400mila euro di debiti, molti dei quali causati da un’impresa fallita dopo avere incassato i soldi per il rifacimento delle facciate degli otto palazzi del condominio. Ci sono condomini con debiti che arrivano anche a un milione e mezzo di euro». Nel 2006, in via Cilea 6 sono stati pignorati e messi all’asta ben 98 appartamenti. «Abbiamo chiesto aiuto a un legale perché il nostro condominio ha debiti per 640mila euro - spiega Graziella Caputo, una negoziante di via Cilea - nei nostri stabili ci sono 75 famiglie che non pagano le spese condominiali, le rate sono ormai arrivate alle stelle. Abbiamo debiti legati alle vecchie utenze: dobbiamo pagare 75mila euro all’azienda che fino a pochi anni fa ci erogava il gas, mentre lo scoperto per l’acqua arriva ai 170 mila euro».

di Patrizia Tossi

comments powered by Disqus
 Edizioni di Milano metropoli
Oggi
Domani 10°
Previsioni a cura del centro Epson Meteo
Articoli correlati
oggi
domani
Mediocre
Accettabile

Tutte le previsioni

Visualizza tutti gli annunci

13/12/2011 - Sesto San Giovanni

Area manager

Adecco

13/12/2011 - Cernusco Sul Naviglio

Addetto ufficio paghe

Trenkwalder

13/12/2011 - Legnano

Product specialist

Adecco

13/12/2011 - Legnano

Area manager

Adecco

13/12/2011 - Sesto San Giovanni

Product specialist

Adecco

Ricerca avanzata annunci

Il Giorno su Facebook