Vaprio d'Adda (Milano), 18 giugno 2017 - Meglio una gita in battello, che un tuffo nel fiume. Oggi si torna in acqua con Navigli Lombardi per un’escursione di 45 minuti a tutta bellezza, fra Vaprio e Concesa. Uno slalom silenzioso fra ville patrizie e vecchie fabbriche, veri e propri pezzi di archeologia industriale, per un museo unico, a cielo aperto. A bordo, una guida accompagnerà i turisti fra le antiche vestigia, alla scoperta dei segreti del territorio. Una tappa irrinunciabile per «leonardofili», che sentiranno vicino il Genio di Vinci dappertutto. Da Villa Melzi d’Eril, dove Leonardo abitò a inizio Cinquecento, all’emozione di ascoltare la sua voce nelle sale della Casa del Custode delle Acque, il polo culturale vapriese, che offre una drammatizzazione del Codice Atlantico.

Per non parlare dei monumenti, dal Castello Visconteo di Trezzo, al Villaggio operaio di Crespi, pochi chilometri più in là, nella Bergamasca, patrimonio Unesco. E poi ci sono la Diga di Sant’Anna a Vaprio e il Naviglio Piccolo, il Martesana, che collega l’Adda a Milano. L’incile si trova a Concesa. Lo costeggia l’Alzaia, un tempo usata per il traino dei barconi, oggi passeggiata che lambisce Villa Gina, sede del Parco Adda Nord, e il Santuario della Divina Maternità. Un colpo d’occhio impressionante, immersi in una natura fra le più amate della Lombardia. Quattro le partenze ogni domenica fino a ottobre, anche oggi, alle 14, alle 15, alle 16, alle 17 e alle 18 dal pontile della Casa del Custode delle Acque (via Alzaia Sud – Vaprio). Tariffe: adulti 10 euro; bambini sotto i 10 anni, 5 euro; under 4, gratuito. E’ possibile prenotare, contattando il call-center 02/79094242 tutti i giorni dalle 10 alle 18, o scrivendo a info@navigareinlombardia.it