Pioltello (Milano), 15 giugno 2017 – Arriva la “Notte da Gufi” al Parco della Besozza. Una proposta originale quella lanciata dalla cooperativa Eliante che, insieme al Comune e alla Protezione Civile, trasformerà un sabato sera qualunque in un’esperienza di pura emozione. Il 17 giugno, una guida naturalista accompagnerà i pioltellesi alla ricerca gufi, allocchi e civette. L’evento è piaciuto così tanto ai pioltellesi che, nel giro di pochissimi giorni, l’escursione ha registrato il tutto esaurito.

L’escursione si svolgerà in notturna, accompagnati da un naturalista professionista, che condurrà i partecipanti alla scoperta del mondo affascinante degli strigiformi, alla ricerca dei rapaci notturni. “La tecnica utilizzata sarà quella del “play back”, che consiste nel riprodurre i canti di gufi, allocchi e civette, stimolandone il canto di risposta e, in questo modo, individuarli e censirli. Possibilità che è massima nel periodo precedente la riproduzione di questi uccelli, con la luna crescente o piena. Mentre la probabilità d’ascolto diminuisce drasticamente con la pioggia insistente e con venti forti”, spiegano dalla cooperativa Eliante. Per questo, in caso di maltempo, l’escursione sarà rimandata.

“La Notte da gufi è una ghiotta occasione per conoscere il Parco della Besozza, che siamo portati a considerare solo come un luogo per rilassarsi e divertirsi, ma che in realtà ha una importante anima naturalista, come dimostra questa iniziativa”, dice l’assessore all’Ambiente di Pioltello, Giuseppe Bottasini. E aggiunge: “La vocazione naturalistica del parco è aumentata in questi anni con l’incremento della superficie forestale del bosco, che ha creato un ambiente con un’alta biodiversità: come cittadini, abbiamo il dovere di conoscere e preservare”.

Visto l’interesse che l’iniziativa ha riscosso, il Comune sta valutando la possibilità di organizzare altre escursioni notturne. L’appuntamento è alle 21 e - dopo un’introduzione al mondo degli strigiformi con proiezione slides, osservazione di piume e borre a occhio nudo e al microscopio e riconoscimento dei richiami dei diversi rapaci notturni – alle 21.40 inizierà la passeggiata alla ricerca dei rapaci notturni

Il ritrovo è allo spazio della protezione civile all’interno del Parco (accesso dalla Rivoltana – uscita Malaspina). Gli organizzatori consigliano abbigliamento e scarpe comode, di portarsi una torcia e del repellente per zanzare.