Cassano d'Adda (Milano), 16 aprile 2017 - Acquisti fatti e motori accesi, tutto pronto per la nuova Pasquetta fluviale. Per i non vacanzieri dei giorni di festa tante possibilità per scampagnate all’aria aperta, pranzi sul verde, gite in barca e visite culturali. Con due sole raccomandazioni: quella alla prudenza, e quella al rispetto dell’ambiente. L’Adda continua ad essere meta privilegiata di gite fuori porta non solo dei locali, ma anche di molti milanesi. Ci si prepara alla consueta calata su due ruote: quest’anno la tradizonale ciclovia dell’Adda Martesana regala percorsi rinnovati e qualche possibile variante. Fra le altre, quella dei nuovi itinerari ciclabili realizzati con Teem a ridosso della verdissima campagna verso il Lodigiano, da Truccazzano sino a Lavagna e Comazzo, con gita d’obbligo al meraviglioso oratorio bramantesco di Rossate, da poco restaurato.

Ggli abitudinari del fiume non hanno che da scegliere. In quest’area resta gettonatissima la spiaggia del Pignone a Groppello, attrezzata con barbecue in muratura. Dal giorno di Pasquetta scatta il divieto d’accesso con le auto alla piazzetta in prossimità dell’alzaia, e con lui scatta la possibilità di parcheggiare gratuitamente in via Cassano, lungo il naviglio Martesana. Dal Pignone all’Isola Borromeo, altro piccolo paradiso fluviale, con ristorante, bar e tavoloni da pic nic. Con le feste di primavera si torna anche a navigare. Sul sito "Navigare in Lombardia" orari e info sulle gite in barca a Trezzo, con partenza dal laghetto della centrale Taccani: oggi e domani il battello salpa alle 10,50 e alle 12, alle 15,10 e 16,10, alle 17,20 e alle 18,20. Più a Nord, ricordiamolo, è possibile saltare a bordo di Addarella, la tradizionale ammiraglia fluviale che solca invece il fiume nel territorio di Imbersago e Brivio, in uno degli scenari più affascinanti della valle fluviale.

Sull'Adda anche storia e cultura. Fra le varie inziative, consultabili su Visitadda.com e sulla pagina Facebook del Parco, una di particolare interesse proposta dal team di Ztc (Zone a Traffico Culturale): in apertura straordinaria la centrale idroelettrica del Cotonificio Benigno Crespi nel suggestivo omonimo villaggio operaio. "Lunedì 17 aprile, dalle 14 alle 17 il personale dell’Associazione Crespi d’Adda vi accompagnerà (visite con partenza alle 14, 14:30, 15, 15:30, 16, 16:30; 17) alla scoperta di questo luogo crespese, a lungo non accessibile al pubblico". Biglietto 5 euro, bambini fino a 6 anni gratis. Per informazioni e prenotazioni chiamare lo 02/90939988 o scrivere a info@crespidadda.it. www.crespidadda.