mantova, 29 luglio 2017 - Il "nuovo" Mantova guidato da Alberto Di Tanno si è messo subito in movimento. E' già stato ufficializzato l'organigramma, con Nicola Penta che sarà l'amministratore delegato e Rino Dell'Agnelli che sarà il direttore sportivo. Già svelato anche il nome dell'allenatore che, a conferma delle indiscrezioni già circolate ieri, sarà Renato Cioffi, che abbandona così la panchina della Primavera dell'Avellino e la guida del settore giovanile della società irpina.

Per quel che riguarda le quote societarie, Di Tanno avrà il 30% e Antonio Ferrari il 15%. Nei prossimi giorni verrà ufficializzato il nuovo presidente che sarà certamente un mantovano. sempre nei prossimi giorni potrebbe venire coinvolto nella "risalita" del Mantova anche Roberto Boninsegna, un personaggio molto amato che ha già avuto un primo incontro esplorativo con Penta che, dopo aver ribadito che per il primo anno non percepirà alcun indennizzo, ha sintetizzato i suoi propositi: "Mi piacerebbe che Silvano Raggio Garibaldi fosse il capitano della rinascita. Parlerò con lui così come parlerò con Guazzo, Sereni, Bonato e Gargiulo. Per il resto, posso dire che Cioffi sarà il nostro allenatore. E' un tecnico serio, un lottatore, crede nei giovani. Vogliamo puntare forte sull'organizzazione dovrà essere proprio quello il nostro punto di forza. Non facciamo proclami, ma daremo tutto per cercare di vincere ogni partita". Piedi piantati per terra per patron Di Tanno: "Il calcio non è la priorità della vita. Garantirò trasparenza e serietà. Da Torino occorrono tre ore e mezza, verrò allo stadio quando potrò. Sarà Penta a seguire il progetto sportivo".