Mantova, 2  gennaio 2018 - Cresce l'attesa per il big match che domenica farà ripartire il cammino della serie D mettendo di fronte Virtus Vecomp Verona e Mantova. Entrambe le contendenti hanno sottolineato a più riprese l'importanza della posta in palio, ma hanno anche evidenziato che è troppo presto per parlare di "sfida decisiva". I virgiliani, che riprenderanno ad allenarsi domani, non possono però concedersi il lusso di perdere in casa della capolista che, in caso contrario, volerebbe distante ben dieci punti: "In casa del genere - è l'opinione del dirigente mantovano Gianluca Pecchini - si parla di partita da tripla, ma personalmente giocherei X-2. Il primo obiettivo è quello di uscire da Verona imbattuti, ma vincere sarebbe davvero il massimo e noi proveremo a farlo con tutta la nostra volontà. E' una tappa fondamentale del Campionato, ma non è decisiva. Ci sono ancora tanti scontri diretti e proprio nelle prime cinque giornate ce ne saranno altri quattro. Sarà al termine di questo ciclo così impegnativo che potremo avere un'idea più precisa sulle nostre possibilità di rientrare nella lotta per il primato".

Una sfida tutta da vivere in vista della quale il dirigente mantovano chiama a raccolta i tifosi biancorossi: "Sarà una partita assolutamente da non perdere per gli appassionati. Sappiamo la forza della Virtus e la saggezza del suo allenatore, Luigi Fresco. Potremo seguire una sfida molto avvincente, nella quale i due tecnici faranno sicuramente ricorso a tutta la loro esperienza. Sono convinto che tanti tifosi mantovani verranno a Verona per sospingere la squadra verso l'impresa. Proprio il pubblico può rappresentare l'elemento in grado di fare la differenza per una società appena nata come la nostra che, però, può contare sul blasone e sulla storia che, in ogni caso, rivestono un peso ben preciso". Per quel che riguarda il campo, domani mister Cioffi osserverà le condizioni dei suoi giocatori alla ripresa dopo la sosta di fine anno. L'auspicio è che i vari acciacchi siano rimasti un ricordo di un 2017 a dir poco altalenante per i colori biancorossi e siano pronti a lasciare spazio ad una partenza lanciata del nuovo anno.