Mantova, 25 agosto 2017 - Il cammino del Mantova per trovare il suo volto definitivo si appresta a sostenere un esame di indubbio rilievo. Dopo aver superato 2-1 il Levico Terme nel primo turno di Coppa Italia, infatti, la squadra biancorossa domani sera giocherà in casa di un avversario dalla notevole tradizione e di sicura ambizione come il Seregno. Un incontro che servirà all'allenatore Renato Cioffi per capire a che punto è giunta la crescita della sua formazione, una compagine che sta prendendo gradatamente una sua fisionomia sempre più definita. In questo senso la partitella infrasettimanale vinta per 4-1 con la Juniores è servita per tenere a battesimo l'esordio in maglia biancorossa di Cinque, Speziale e Carrasco, tre giocatori che hanno subito dimostrato di poter offrire nuove, valide soluzioni per l'attacco virgiliano.

Se ai nuovi arrivati si aggiungono le prove confortanti fin qui messe in mostra da Felici e Debeljiuh, si può comprendere come il reparto avanzato possa considerarsi ormai al completo. Per quel che riguarda gli altri reparti, dopo l'arrivo di Palma a centrocampo, il ds Rino Dell'Agnelli sta seguendo con attenzione il promettente esterno classe '98, Matteo Perri, mentre sembra riprendere quota la possiiblità di riportare a Mantova il centrocampista Simone Raggio Garibaldi. Uno dei giocatori della passata stagione che ancora potrebbe indossare la maglia biancorossa, cosa che non potranno fare nell'ormai imminente Campionato Bonato, passato al Vigasio, Carini, alla Paganese, e nemmeno Bandini, un '96 di proprietà dell'Inter, che dovrebbe far ripartire la sua avventura dal Cittadella di serie B.