mantova, 16 giugno 2017 - Non arrivano le sospirate schiarite a rendere meno preoccupante la situazione del Mantova. Nei giorni scorsi, com'era quasi scontato, del resto, è arrivato il temuto deferimento, ma, nello stesso tempo, sono trascorse inutilmente altre giornate senza l'arrivo delle nuove, sospirate risorse per la società guidata dal presidente De Sanctis (a sua volta deferito). Una situazione che rende forse il male minore la più che probabile penalizzazione alla quale la formazione virgiliana sta andando incontro in vista della prossima stagione di Lega Pro.

In questo preciso momento, infatti, il nocciolo della questione è cercare di capire se la compagine biancorossa potrà essere al via di questo nuovo Campionato. Un dubbio che i fondi attualmente a disposizione del sodalizio virgiliano non sembrano in grado di risolvere. Lo stesso De Sanctis sta portando avanti un vero e proprio tour alla ricerca di fondi, ma, pur avendo bussato a parecchie porte (compresi gli ex soci mantovani e la precedente cordata bresciana), il "raccolto" fino a questo momento può considerarsi assai scarso. Rimangono quindi le preoccupazioni per i tifosi mantovani, costretti a seguire l'ennesima corsa contro il tempo per mantenere in vita la gloriosa squadra biancorossa. Una squadra che, tra l'altro, rischia di perdere gran parte degli elementi attualmente in rosa, anche se il presidente De Sanctis ha voluto rassicurare i calciatori tesserati iniziando una sorta di giro di consultazioni per porre le basi dell'organico che, sempre secondo lui, verrà affidato ancora a Mister Graziani. Alle prossime ore il compito di distinguere tra voci, speranze e fatti.