Mantova, 19 luglio 2017 - Continua il frenetico conto alla rovescia che stabilirà quale sarà il futuro del Mantova. Il bando emanato dal Comune per presentare le manifestazioni di interesse a rilevare la società di viale Te scadrà lunedì 24 e porrà fine a tutte le voci che circolano in queste ore. Voci che lasciano trasparire tutto ed il suo contrario e che attendono, finalmente, di essere sostituite dalla sospirata chiarezza. Al momento sembra che la "pista" più attendibile sia quella che conduce all'imprenditore Alberto Di Tanno. Potrebbe essere proprio il numero uno del Gruppo Intergea ad assumersi l'onere di diventare il "condottiero" di un Mantova Calcio che ripartirà, tutto nuovo, dalla serie D. Insieme a lui potrebbe operare un'altra figura ben conosciuta come il mantovano Gianluca Pecchini, storico manager della nazionale cantanti. Passa così in secondo piano l'intenzione manifestata dal Mantova calcio a 5, attraverso il suo presidente Daniele Bruschi, di porre le basi per gestire anche quello a 11. Per il resto, mentre il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, ha cominciato a cercare soluzioni per le problematiche dei giocatori di Mantova, Messina e Maceratese, le cui società sono rimaste escluse dal Campionato, alcuni ormai ex calciatori biancorossi stanno trovando una sistemazione per la nuova stagione. Dopo il passaggio di Marchi alla Feralpi Salò, di Di Santantonio al Cittadella e di Smith al Sudtirol, per non parlare di Caridi al Rezzato, altri ex virgiliani sono sul punto di firmare ed aprire così una pagina nuova dopo la triste scomparsa del Mantova.