Mantova, 25 settembre 2017 - Proprio nel momento più delicato di questo inizio di stagione assai difficile il Mantova ha messo a segno l'impresa che in pochi, alla vigilia, osavano sperare. La squadra virgiliana ha infranto l'incantesimo che la teneva incatenata a zero punti ed è andata a vincere proprio in casa del Belluno capolista.

Un 2-1 sofferto e combattuto, che potrebbe rappresentare la svolta nel campionato della formazione allenata da mister Cioffi: "E' un punto di partenza che deve rappresentare l'inizio del nostro campionato - è stato il commento dello stesso tecnico che alla vigilia era stato fortemente messo in discussione - questi giocatori erano quelli che noi avevamo scelto per la nostra stagione, non potevamo essere diventati dei "brocchi" tutto ad un tratto. Mi ha fatto molto piacere il loro atteggiamento e la responsabilità che loro stessi sentivano nei miei confronti. Del resto siamo stati proprio io e il direttore a portarli qui a Mantova e loro hanno risposto sul campo".

Una prova che proietta nuova fiducia sul prosieguo dell'avventura biancorossa: "I ragazzi, giovani compresi, hanno dimostrato il loro valore e lo hanno fatto in casa di una squadra alla quale vanno i nostri complimenti perché l'abbiamo affrontata da prima in classifica. Abbiamo però dimostrato di possedere buone doti anche noi. Non dobbiamo pensare di avere raggiunto qualcosa. Questo è stato solo il punto di partenza. Dobbiamo continuare a lavorare e a crescere, anche perché, ad esempio, abbiamo subito un gol assolutamente evitabile al '94 e non siamo riusciti a chiudere prima una partita nella quale abbiamo creato tante opportunità subendo, in pratica, un solo tiro in porta".