Mantova, 10 novembre 2017 - Il Mantova sosterrà un "esame" di assoluta importanza sul futuro della sua stagione domenica sul terreno del "Martelli". A rendere visita ai biancorossi arriverà infatti un cliente di indubbio rilievo come l'Este, una squadra che naviga ormai da anni ai vertici della serie D e che rappresenta un banco di prova più che accreditato per le ambizioni dei virgiliani. Ancora una volta, però, Mister Cioffi dovrà affrontare un impegno senza dubbio delicato facendo non facili conti con l'infermeria. In questo senso, già sicure le assenze di Cascone, Santoni e Ricci (che sarà operato la prossima settimana), i sanitari stanno cercando di recuperare Moi, che continua ad essere tormentato dagli ormai soliti problemi al ginocchio. Poco lavoro a parte per lui che conserva poche speranze di poter essere in campo con i patavini.

La situazione che rimane al centro dell'attenzione è quella legata a Suriano, che dopo la brutta botta patita domenica è ancora impegnato a risolvere la brutta contusione. Nell'amichevole di lusso con il Chievo per lui solo corse e la possibilità di seguire i compagni con il ghiaccio sul collo del piede "ferito". Per un suo eventuale impiego saranno decisive le prossime ore, con i sanitari che sono pronti a fare il possibile fino alla fine per metterlo almeno a disposizione del tecnico che, dal canto suo, è già entrato nel clima della sfida con i giallorossi ed ha invitato i tifosi a sostenere la squadra in un appuntamento di grande importanza: "L'Este è una squadra di indubbio valore, ma noi dobbiamo contare sull'apporto del nostro pubblico. Il terreno di gioco e i nostri tifosi possono offrirci quel sostegno in più e fare la differenza in una sfida che possiamo superare insieme".