Mantova, 23 agosto 2017 - La convinzione è che il cammino da fare sia ancora molto lungo e ci siano sempre tante cose da preparare. Nello stesso tempo il 2-1 inflitto al Levico Terme nella gara valida per la prima giornata di Coppa Italia che ha aperto la nuova stagione del Mantova ha trasmesso entusiasmo e fiducia in casa biancorossa e in tutta la città. Non è certo il caso di lasciarsi prendere dall'euforia e dimenticare che i trentini con tutta probabilità rappresentano una della candidate alla lotta per non retrocedere nel loro girone, ma, d'altra parte, non si può nemmeno dimenticare che il debutto di una squadra tutta nuova come quella affidata a Mister Cioffi è stato meno sofferto del previsto. Le reti di Felici e Debeljuh hanno firmato un successo prezioso non tanto per lo slancio che potrebbe offrire nell'inseguimento della qualificazione al secondo turno di Coppa Italia, ma, soprattutto, perché ha fatto capire che il lavoro fin qui svolto dal rinnovato sodalizio biancorosso è stato spinto nella giusta direzione. Adesso si tratta di proseguire su questa strada e perfezionare tutto quello che dev'essere "rodato" a dovere.

E' a questo proposito che in questi giorni acquista un significato del tutto speciale il mercato che il Mantova sta portando avanti, trattative che dopo aver portato in biancorosso Franchini e Carrasco dal Chievo, stanno per salutare ufficialmente il ritorno nell'organico virgiliano dell'attaccante Lorenzo Cinque. Tutti indizi che hanno fatto rifiorire l'amore per i colori biancorossi (in due giorni sono state vendute oltre duecento tessere) e che consente di guardare alla trasferta di sabato sera a Seregno, autentica prova-verità per il nuovo Mantova, con fiducia del tutto rinnovata.