mantova, 12 gennaio 2018 - Sarà la rifinitura di domani mattina (a porte chiuse) a definire gli ultimi dettagli che comporranno il Mantova che domenica ospiterà il Cjarlins Muzane per la prima gara interna del nuovo anno. L'allenatore Renato Cioffi, tra problemi fisici e la squalifica di Bertozzini, deve fare i conti ancora una volta con più di una defezione, ma ha chiesto ai suoi giocatori di dare quel qualcosa in più per superare l'ennesima emergenza. Per tutta la settimana la squadra virgiliana ha lavorato per tornare a riproporre il 3-5-2, uno schieramento che secondo Mister Cioffi garantirebbe le migliori risposte alla formazione friulana, compagine piuttosto fisica, che gioca in avanti con tre elementi (un trequartista e due punte oppure due fantasisti e un attaccante).

Al momento i dubbi principali riguardano essenzialmente le condizioni di Suriano, che lamenta problemi ai flessori (ed anche nell'amichevole infrasettimanale con la Juniores è uscito dopo pochi minuti di gioco), e il prescelto per giocare sulla fascia destra. Eddy, Jozic e Barone sembrano contendersi la maglia da titolare, ma anche il neo-arrivato Saporetti potrebbe avere delle chances per partire dall'inizio: "Eddy è il giocatore che ci garantisce la maggiore copertura - è la spiegazione senza giri di parole del tecnico biancorosso - ma, dovendo giocare una gara di attacco, potremmo anche adottare Barone (che però potrebbe doversi spostare in avanti e prendere il posto di Suriano in attacco - ndr), La soluzione intermedia tra i due è Jozic. Staremo a vedere nelle prossime ore".

Per il resto il Mantova che dovrà tornare alla vittoria cercando di cominciare la marcia di avvicinamento alle prime tre della classifica è quasi completo. Davanti a Lazarevs il trio difensivo dovrebbe essere composto da Camara, Cascone e Moi (con qualche possibilità pure per Eddy al posto di quest'ultimo). A centrocampo capitan Correa sarà in cabina di regia supportato da Raggio Garibaldi e Franchini, mentre sugli esterni giostreranno Riccò e il prescelto tra Barone, Eddy e Jozic. In attacco, infine, è sicuro Guazzo, con Suriano, Barone e Debeljuh (che sembra avere ritrovato la forma ideale come lo stesso Carrasco) a contendersi l'altra maglia. Toccherà a questo gruppo conquistare la prima vittoria di un 2018 da riempire di soddisfazioni per il Mantova.

Luca Marinoni