Mantova, 20 gennaio 2017 - Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, è stata oggi Mantova per l'assemblea per l'elezione del segretario provinciale. Nella città dei Gonzaga è stato eletto Daniele Soffiati, classe 1974. Candidato unico, è stato designato oggi dall'assemblea generale del sindacato con il 91,25% dei consensi. Soffiati, iscritto dal 1998 nella categoria Nidil dei lavoratori atipici e ora nel dipartimento artigianato e membro della segreteria, sostituisce Massimo Marchini dopo otto anni. 

Secondo Camusso - presente all'assemblea - per uscire dalla crisi "bisogna investire, investire, investire". "Serve un grande piano per il lavoro - ha aggiunto - basato su investimenti pubblici per dare risposta ai giovani. I bonus e altro non determinano cambiamenti strutturali e non danno alcuna prospettiva". Camusso ha parlato anche dei voucher. "L'utilizzo dei voucher nel 2016 è aumentato del 23%. Non basta rilevare la riduzione di un mese". La Camusso ha contestato la riduzione conteggiata dall'Inps: "I dati - ha ribadito - dicono che nell'anno sono aumentati". 

Rispondendo ad una domanda sulla manovra correttiva chiesta dall'Ue all'Italia, Camusso ha rilevato che "tutte le spese per le emergenze sono scomputabili dal deficit, ma ci sarebbe bisogno di un altro livello di solidarietà sul tema dei profughi e del terremoto". Secondo il segretario generale Cgil, inoltre "ci sarebbe bisogno di ben altra solidarietà dall'Europa sia sul tema dei profughi che su quello del terremoto". Quanto ai contenuti della richiesta "li rispetto e spero che il Governo voglia informare il Paese su quello che intende fare e che smentisca le indiscrezioni su un suo intervento sulle pensioni".